Per il terzo anno consecutivo sul parquet del PalaTerme di Montecatini Terme (PT), sabato 9 e domenica 10 giugno, andrà in scena la Final Four Serie B 2018 Old Wild West. La formula di svolgimento del campionato che mette in palio 3 promozioni per accedere alla Serie A2, prevede che le 4 squadre vincitrici dei playoff si qualifichino per la fase finale del torneo e in questa stagione c’è una particolarità che riguarda la Benacquista Assicurazioni Latina Basket.

Nella prima giornata si affrontano le vincenti dei tabelloni 1 e 4 (Bakery Piacenza e BPC Virtus Cassino con palla a due ore 18:00) e le vincenti dei tabelloni 2 e 3 (Baltur Cento e Allianz Pazienza Cestistica San Severo). Le squadre vincitrici dei primi due spareggi sono promosse in A2. Le due perdenti si sfideranno il giorno dopo per la terza promozione in A2.

Ed è proprio la sfida tra Piacenza e Cassino che ha un tocco di nerazzurro: nel roster della Bakery milita Filippo Guerra, tra le fila della Bpc c’è Fabrizio De Ninno, entrambi cresciuti nel settore giovanile della società del Commendator Lucio Benacquista condividendo la vita in foresteria, giocando insieme sia nel campionato DNG con la squadra Under 19 Eccellenza, che in Serie D e prendendo parte anche alla Finale Nazionale di categoria Under 17 Eccellenza e successivamente a quella di categoria Under 20 Élite.

Alla vigilia di questa importante manifestazione abbiamo chiesto ai due giocatori del vivaio nerazzurro le loro impressioni al riguardo, oltre al racconto della loro esperienza lontano da Latina.

Guerra, playmaker classe 1997  è approdato alla società Bakery Piacenza già nella passata stagione, allungandoguerra-4 le rotazioni tra gli esterni in Serie B e partecipando al campionato Under 20 Eccellenza. Nella stagione corrente Filippo ha avuto modo di crescere ulteriormente sia dal punto di vista tecnico, che umano, come evidenzia lui stesso: «A Piacenza mi sono trovato subito molto bene, l’approccio con i compagni è stato super fin dalla prima stagione. Quest’anno ho avuto la possibilità di avere un ruolo più importante che mi ha permesso di maturare e crescere ancora. La partecipazione alle Final Eight di Coppa Italia è stata un’esperienza fantastica, ho avuto l’opportunità di giocare molti minuti e, ora, prendere parte alla Final Four per la promozione in Serie A2  è un bellissimo sogno che ogni giocatore della mia stessa categoria vorrebbe vivere». L’emozione di poter disputare uno spareggio promozione è senza dubbio immensa, il fatto di trovarsi di fronte, nei panni di avversario, un “vecchio” amico e compagno di squadra, lo è altrettanto: «Giocare lo spareggio con la squadra di Cassino, in cui c’è Fabrizio mi fa sorridere, ma rappresenta anche uno stimolo in più. Sono contento di incontrarlo e di poter confrontare le nostre rispettive esperienze verificando quali sono stati i passi in avanti che ognuno di noi ha fatto in questo periodo in cui non abbiamo più giocato insieme».

De Ninno, guardia classe 1997  prima di accasarsi per la corrente stagione presso la Virtus Basket Cassino in Serie B, ha maturato esperienze formative in Piemonte, con la società della PMS Moncalieri, con cui ha anche giocato alcune partite nel campionato di Serie B, a seguire in Campania a Maddaloni in Serie B, per poi completare la passata stagione nel campionato di Serie C Silver con il colori del S. Nicola Basket Cedri.

de-ninno-2Per Fabrizio è stata una stagione particolarmente impegnativa e faticosa, ma molto utile per il percorso di crescita dell’atleta: «È stato un anno duro, ma anche molto utile alla mia crescita non soltanto come giocatore, ma anche come persona. Questo lo devo alla società, ma anche a tutti i miei compagni di squadra, che mi hanno permesso di integrarmi al meglio all’interno di un contesto così importante. Sono convinto che la Final Four sia il giusto risultato che la mia squadra e io ci meritiamo». Il giovane cestista è determinato e cerca di contenere le emozioni, ma il ricordo del periodo latinense è ben impresso nella sua memoria, come l’amicizia con Filippo: «Per le emozioni ci sarà tempo e spazio dopo la partita. Personalmente penso a giocare, proprio come ho fatto in questi play-off. Filippo è un mio caro amico, con lui ho condiviso qualsiasi cosa nel periodo a latina, partendo dalla casa, fino alle finali nazionali e credo che lui, come me, in questo momento starà pensando a prepararsi al meglio per il match».

Da parte del Presidente nerazzurro Commendator Lucio Benacquista un caloroso in bocca al lupo ai due ragazzi e alle rispettive squadre.

Fonte fotografie: www.bakerybasket.it www.bpcvirtustsb.com

Donatella Schirra
Ufficio Stampa
Latina Basket