Nella mattinata di giovedì 17 novembre, presso l’Istituto Frezzotti-Corradini di Latina è andato in scena il secondo atto del progetto della Benacquista Assicurazioni Latina Basket: Jump in English. Una manifestazione interessante ed emozionante che ha catturato l’attenzione di oltre 100 alunni entusiasti della meravigliosa esperienza vissuta. 

img_3188E’ tempo d’imparare l’inglese emozionandosi con “Jump In English” – Definirlo emozionante è riduttivo. Il secondo appuntamento del progetto della Benacquista Assicurazioni Latina Basket “Jump In English” che si è svolto giovedì mattina con i ragazzi della scuola secondaria dell’Istituto Frezzotti-Corradini di Latina ha bissato il grande successo ottenuto già nell’incontro della scorsa stagione.

Grazie alla disponibilità della Dirigente, Prof.ssa Roberta Venditti  il club nerazzurro ha organizzato una giornata avvincente e indimenticabile per gli oltre 100 studenti presenti nella gremita Aula Magna del plesso di Via Amaseno.

Dopo la presentazione da parte del personale docente dell’Istituto, il Responsabile Tecnico del Settore Giovanile Massimiliano img_3185Briscese e il Team Manager Mauro Giancarli hanno aperto l’attività ringraziando la scuola per l’ospitalità e l’entusiasmo dimostrati verso questo innovativo progetto ideato dalla Latina Basket. L’evento è stato moderato da John Angelori, collaboratore del club nerazzurro per il Progetto Jump In English che in questa seconda tappa ha visto protagonista l’atleta statunitense della Benacquista Jonathan Arledge.
img_3186Parliamo tutti in inglese! –  Totalmente in inglese, l’evento organizzato dal club pontino ha riscosso grande interesse nei ragazzi presenti. Sono state numerose le domande rivolte all’atleta americano che ha raccontato aneddoti personali e legati alla sua carriera nel mondo della palla a spicchi. Il numero 5 nerazzurro  oltre a confermare quanto gli piace l’Italia e soprattutto la cucina del “Bel Paese” e la pizza, in particolare quella che si mangia nella pizzeria del suo compagno di squadra Andrea Pastore, ha risposto a domande anche sul nuovo Presidente degli USA Donald Trump. E’ stata una discussione bella, viva e animata.

Gli studenti hanno evidenziato una certa somiglianza dell’atleta con l’attore Will Smith e Jonathan ne è stato favorevolmente impressionato. In fatto di musica Arledge ha confermato di ascoltarne molta, anche prima dell’inizio di ogni partita, rimarcando quanto gli piacciono le canzoni  di John Legend.

Il giocatore preferito da Johnatan, che non ama vedere sport in tv, ma preferisce praticarlo in prima persona, è Kevin Garnett, giocatore statunitense dell’NBA. Da parte degli img_3189studenti non sono mancate domande personali alle quali Arldege ha risposto con entusiasmo raccontando della sua esperienza al college dei suoi tre fratelli e della sua sorella maggiore e della sua passione per i viaggi.

img_3190

Jonathan non si è, però, limitato a rispondere ai quesiti degli studenti, ma a sua volta si è improvvisato intervistatore chiedendo ai ragazzi notizie sui loro studi e la loro vita privata.  Al termine della lunga e divertente chiacchierata, l’atleta nerazzurro ha distribuito  foto autografate e si è reso disponibile per foto, selfies e ulteriori autografi per gli studenti, incredibilmente emozionati e felici di poter vivere questa splendida occasione di scambio culturale. Il Progetto “Jump In English” prevede altri incontri già programmati nelle prossime settimane in altri plessi di Latina.

 

In occasione di questa manifestazione, Arledge ha invitato tutti gli alunni ad assistere alla prossima partita casalinga della Benacquista Assicurazioni Latina Basket, in img_3196programma domenica 27 novembre alle ore 18:00 al PalaBianchini, dove i nerazzurri affronteranno la formazione siciliana della Lighthouse Trapani.

Donatella Schirra
Ufficio Stampa
Latina Basket