L’esordio casalingo nel campionato di categoria ha messo molta pressione sui ragazzi del gruppo Under 18 Eccellenza che pur giocando bene per una buona parte di gara, alla fine hanno ceduto agli avversari della Vis Nova (62-72). Coach Briscese: «I ragazzi hanno subito molto la pressione della prima partita casalinga». Prossimo appuntamento con i nerazzurri mercoledì 2 novembre alle ore 20:00 sul campo della Pallacanestro Palestrina oggi vittoriosa in casa dell’Honey Sport City (51-58).

img_5360I nerazzurri hanno sentito molto la pressione dell’esordio casalingo – Giovedì 27 ottobre è andata in scena la prima gara del campionato Under 18 Eccellenza e i ragazzi guidati da coach Briscese hanno esordito sul parquet del PalaLatinaBasket affrontando la Vis Nova Basket (62-72). I nerazzurri hanno sentito molto la pressione dell’esordio casalingo, che soprattutto nella seconda parte di gara ha condizionato l’andamento del match. La gara è stata giocata sul filo dell’equilibrio con le formazioni che si sono alternate nel vantaggio nei primi due periodi. Nella terza frazione gli ospiti hanno tentato un primo allontanamento portandosi anche sulle 10 lunghezze di vantaggio, ma i pontini sono stati bravi a non demordere ricucendo il divario fino al -3. Nel corso dell’ultimo quarto il team capitolino ha provato nuovamente a incrementare il divario e Latina, pur provandoci fino alla fine, non è riuscita a riaprire la partita che si è conclusa con la vittoria della Vis Nova.

Prossimo appuntamento con i nerazzurri mercoledì 2 novembre alle ore 20:00 sul campo della Pallacanestro Palestrina oggi vittoriosa in casa dell’Honey Sport City (51-58).

 

Il commento di coach Briscese –Il capo allenatore dei nerazzurri Massimiliano Briscese al termine della sfida ha dichiarato: «E’ stata una partita molto complessa, img_5295esattamente come mi aspettavo. La Vis Nova è una squadra molto particolare che si basa molto sul tiro da fuori, le classiche squadre della tipica scuola della Sam Roma. Hanno messo in campo semplicemente quelle che sono le loro caratteristiche. I ragazzi hanno subito la pressione della prima partita e soprattutto del primo match casalingo alla quale si è sommata la particolarità della squadra avversaria che è anomala, diversa da tutta le altre per modalità di approccio alle partite e per caratteristiche individuali e di squadra. Temevo di pagare lo scotto dell’emozione della prima sfida in casa contro una squadra così difficile e particolare. Siamo stati alla fine bravi nella prima parte, nonostante i tanti errori soprattutto in attacco, a non perdere il contatto con l’avversario dal punto di vista del punteggio. A seguire loro hanno realizzato dei tiri anche molto difficili da tre punti e sono stati abili nel fare le cose che abitualmente fanno, mentre noi ci siamo fatti prendere ancora di più dalla tensione di dover recuperare. Abbiamo optato per qualche scelta che poteva essere migliore in attacco e a volte ci siamo rilassati un po’ in difesa. E’ verosimile che, più che dal punto di vista tecnico/tattico e fisico, la partita l’abbiamo subita mentalmente. Avendo rotto il ghiaccio in questo modo e dato che stiamo lavorando benissimo già da diverso tempo e che il gruppo è formato da ragazzi con caratteristiche, sia cestistiche che umane, in grado di poter reagire e trarre insegnamento da quanto accaduto. Campionato molto equilibrato, molte partite di questo genere tra tutte le squadre quindi sarà necessario maturare soprattutto dal punto di vista mentale e caratteriale».

img_5284Alla domanda su quali possono essere gli aspetti sui quali sarebbe necessario approfondire il lavoro, il capo allenatore ha risposto che «siamo una squadra grossa e lunga dal punto di vista fisico e a volte giocando con atleti di una certa struttura fisica in campo forse inizialmente possiamo pagare in intensità. Questo è, però, l’obiettivo che da la possibilità di giocare con i lunghi, con il gioco interno sapendolo bilanciare con il gioco esterno. E’ sicuramente un aspetto positivo nella formazione dei giocatori, che è l’obiettivo principale sul quale lavoriamo».

Latina Basket vs Vis Nova 62-72 (13-8, 23-28, 41-44)

Latina Basket: Micozzi, Molella, Gava, Guerra, Stillitano 4, Torella, Jovovic 15, Ambrosin 20, Migliori, Hajrovic 6, Cavallo 4, Di Prospero 13. Coach Briscese

Vis Nova: Bellini, Palandrani 6, Figliomeni 2, Maio 4, Buffenoni 8, Telesca 9, Fiorucci 22, Frosecchi 5, Lucarelli 16. Coach Benassi

Arbitri: Lupelli, Diamanti.

Donatella Schirra
Ufficio Stampa
Latina Basket