Una sfida intensa, un avversario ostico, un risultato che non premia certamente la Benacquista Assicurazioni Latina Basket perlatinavsagrigento_13 tutto l’impegno profuso nel corso della settimana nel preparare al meglio il match con la MRinnovabili Agrigento (87-93). I troppi errori banali, dettati anche dalla non perfetta condizione di alcuni giocatori nerazzurri, sono stati l’ago della bilancia di questa gara, come sottolinea sconfortato coach Gramenzi: «Siamo amareggiati per questo risultato negativo. Ci dispiace profondamente per la società e per i nostri tifosi, per lo sforzo che fanno quotidianamente. Avevamo avuto un buon inizio, nei primi due quarti eravamo riusciti a tenere abbastanza sotto controllo la squadra di Agrigento, conoscendo tutte le pericolosità, poi, però, abbiamo commesso troppi errori banali econsentendo al nostro avversario di tornare in partita e alla lunga ne abbiamo subito le conseguenze. Continuiamo ad avere ancora tanti giocatori fuori condizione e questo alla fine lo paghiamo commettendo degli errori banali. Nei momenti decisivi abbiamo rinunciato troppe volte a tirare e in quelle occasioni è stata brava Agrigento a non darci un’altra opportunità».

Da martedì i nerazzurri torneranno in palestra per guardare subito avanti. Il prossimo appuntamento con i nerazzurri è in programma domenica 2 febbraio alle ore 18:00, sul parquet del PalaFacchetti, dove la Benacquista sfiderà i padroni di casa della Bcc Treviglio, in questo turno  vittoriosa in casa con Gevi Napoli (73-58).

.-.-.-.-.-.-

I tabellini:  Benacquista Assicurazioni Latina Basket vs  MRinnovabili Agrigento 87-93 (21-16, 45-36, 62-60).

Benacquista Assicurazioni Latina Basket: Musso 22, Cassese 8, Di Pizzo, Romeo 8, Pepper 14, Bolpin 5, Moore 4, Raucci 11,  Ancellotti 15, Di Prospero n.e.. Coach Gramenzi. Vice Di Manno.

MRinnovabili Agrigento:  Rotondo 6, Cuffaro, De Nicolao 14, Veronesi, Chiarastella 6, Ambrosin 2, James 17, Moretti 4, Pepe 32, Easley 12. Coach Gagnardi. Vice Giovanatto.

Statistiche:  Latina tiri da 2 56% (18/32) tiri da 3 45% (9/20) tiri liberi 80% (16/20) Agrigento tiri da 2 67% (20/30) tiri da 3 42% (10/24) tiri liberi 68% (15/22).

Note: Cassese uscito per 5 falli

Arbitri dell’incontro: Foti Daniele Alfio di Vittuone (MI), Di Toro Claudio di Perugia, Calella Daniele di Bologna.

.-.-.-.-.-.-

latinavsagrigento_06La partita – Fase di assestamento da parte di entrambe le formazioni che nei primi due minuti di gioco non riescono a trovare la via del canestro. È la tripla di Cassese a smuovere il punteggio (3-0 al 2′). De Nicolao, sul fronte opposto, riduce il divario (3-2) Musso, in collaborazione con Pepper, allunga sul 5-2. Agrigento replica dall’arco per la nuova parità (5-5) e si continua a giocare sul filo dell’equilibrio con Ancellotti ed Easley che fanno la voce grossa sotto i tabelloni (7-7 al 3′). Bernardo Musso si rende protagonista, prima con il canestro del 9-7 poi commettendo fallo antisportivo su Chiarastella. Ed è proprio il capitano di Agrigento, dopo aver concretizzato un solo libero, a portare i suoi in vantaggio con il canestro del 9-10 al 5′. Ruotano gli uomini sulla panchina nerazzurra, con Bolpin e Raucci che subentrano a Moore e Pepper. Ancora il numero 5 della Benacquista con la tripla del 12-10 al 4′. Latina si affida alle realizzazioni di Ancellotti, Musso e Bolpin e quando manca 1:51″ al termine del periodo, sul punteggio di 18-12, coach Gagnardi chiama time-out. Al rientro sul parquet è Latina la prima a centrare la retina del 21-12, ma la MRinnovabili risponde con 4 punti in fila che mandano in archivio il primo quarto sul 21-16.

La seconda frazione si apre con De Nicolao che ruba un pallone e mette a segno un gioco da tre punti (21-19 all’11’) mentre la latinavsagrigento_03Benacquista è sfortunata in un paio di conclusioni, poi, però, la tripla di Bolpin e il canestro di Romeo su assist di Raucci permettono ai padroni di casa di allungare sul 26-19 al 2′. Ancora bel gioco di squadra, nuovamente Romeo a segno, stavolta su assist di Bolpin (28-19). La Fortitudo risponde dall’arco, ma replica Ancellotti dal pitturato e al 12′ il tabellone segna 30-22. Il gioco è veloce, le due squadre si affrontano con grande fisicità dando vita a una bella sfida. Al 13′ è coach Gramenzi a chiamare time-out e quando il gioco riprende è la compagine ospite a centrare la retina per il -4 (30-26). Gabriele Romeo subisce fallo da Rotondo, ma concretizza un solo libero (31-26 al 14′). Agrigento non dermorde e riesce a ridurre le distanze (31-30) complici alcune ingenuità dei padroni di casa. Ruotano gli uomini sulla panchina della Benacquista, ma sono ancora i siciliani ad andare a segno, stavolta a cronometro fermo, riuscendo a passare anche in vantaggio (31-32 al 15′). Latina perde qualche pallone di troppo, ne approfitta la Fortitudo per allungare sul 31-34. I nerazzurri si scuotono con Moore (33-34) e rimettono la testa avanti con Capitan Raucci (35-34 al 16′). Le due triple consecutive di Pepper, entrambe su assist di Musso, permettono alla Benacquista di portarsi sul 41-34 al 17′. Il funambolico canestro di Davide Raucci vale il +9 nerazzurro (43-34). Ci sono 25″ sul cronometro quando la panchina siciliana chiama time-out. Alla ripresa del gioco botta e risposta tra Pepper e Moretti e si va al riposo lungo sul 45-36.

latinavsagrigento_12Al rientro dagli spogliatoi Alessandro Cassese firma la tripla del vantaggio in doppia cifra dei pontini (48-36 al 21′). Agrigento non si lascia intimidire e risponde colpo su colpo ai padroni di casa (50-41 al 23′). Musso riporta i suoi sulla doppia cifra di vantaggio concretizzando due liberi (51-41). Al 25′ la MRinnovabili torna sul -9 con il canestro di De Nicolao. Time-out immediato per coach Gramenzi. Si rientra sul rettangolo di gioco, ma è nuovamente il team siciliano a trovare punti preziosi, mentre i pontini commettono qualche altra ingenuità. Al 27′ il tabellone segna 55-50 con Agrigento pronta a sporcare ogni azione dei nerazzurri, non rendendo certo la vita facile ai locali. La Benacquista, però, sostenuta la proprio caloroso pubblico non perde fiducia e , seppur faticando, mantiene il divario (57-53 al 28′). Pepe e Musso si confrontano dai 6.75 (60-56 al 29′). Con 43″ sul cronometro James dalla lunetta concretizza i due liberi che valgono il -2 siciliano (60-58). Anche Pepper per Latina e Pepe per Agrigento sono precisi dalla lunetta e il terzo quarto si conclude sul 62-60.

L’ultimo periodo inizia sul filo dell’equilibrio, con Agrigento che ritrova la parità e Romeo  che risponde con la tripla per il +1 (65-latinavsagrigento_0464 al 31′). Grande intensità in campo e perfetto equilibrio (67-67 al 32′). La squadra ospite riesce a portarsi in vantaggio (67-69 al 33′) e a incrementare il divario (67-72). Con 6:31″ da giocare viene sanzionato fallo antisportivo a Rotondo e Raucci riduce il divario concretizzando i due liberi (69-72). Ancellotti e Musso riportano la Benacquista in vantaggio (73-72 al 34′). Il ritmo è molto alto, le squadre non si risparmiano (73-75). Bernardo Musso subisce fallo sul tiro da tre punti e dalla lunetta la sua mano non trema, concretizza i tre liberi e Latina torna avanti (76-75 al 35′). Continui capovolgimenti di fronte nel vantaggio (78-77 al 36′). Agrigento non molla mai e con 5 punti consecutivi si porta sul 78-82 con 2:42″ da giocare. Time-out per la panchina di Latina. Il gioco riprende e Ancellotti concretizza un gioco da 3 punti che vale il -1 (81-82). Manca 1.22″ al termine del match quando coach Gagnardi chiama time-out e al rientro in campo la squadra siciliana realizza il canestro dell’81-85, risponde Pepper (82-85 a 1:03″). Ci sono 41″ sul cronometro quando coach Gramenzi chiama time-out dopo la tripla di Pepe che porta la Fortitudo sull’83-88. Il gioco riprende con Latina che rimette in zona d’attacco e va a canestro con Pepper (85-88). Latina gioca con il fallo sistematico, Agrigento è precisa dalla lunetta (85-90 a 33″). I nerazzurri non riescono a segnare, Ancellotti subisce fallo a 22″ dalla sirena, dalla lunetta è chirurgico (87-90). Il fallo sistematico prosegue, di nuovo Pepe in lunetta per i siciliani, che stavolta ne realizza uno solo (87-91) sul rimbalzo Latina corre in attacco, ma non riesce a centrare la retina. Ancora un viaggio in lunetta per la Fortitudo, il tiro sulla sirena di Bolpin e la gara si conclude con la vittoria della MRinnovabili Agrigento sul risultato finale di 87-93.

Donatella Schirra
Ufficio Stampa
Benacquista Assicurazioni Latina Basket