Latina - Milano-124

Latina, pesano le assenze nel match con Milano.

Donatella Schirra

Donatella Schirra

Ufficio Stampa Latina Basket

Pubblicato il

Giornata 16 - Serie A2 Girone Verde

LATINA, PESANO LE ASSENZE NEL MATCH CON MILANO.

La Benacquista Assicurazioni Latina Basket gioca la sedicesi

ma giornata del Campionato di Serie A2 Old Wild West con la Wegreenit Urania Milano, in una situazione di ulteriore emergenza, date le assenze di Romeo e Parrillo (quest’ultimo in panchina solo a onor di firma). Esordio positivo per il giovane Lorenzo Zangheri (classe 2004) che è stato in campo per quasi 22 minuti, partendo in quintetto base e dando il suo contributo su entrambi i lati del campo. Miglior realizzatore del match il nerazzurro Samuele Moretti, che ha messo a referto un’importante doppia-doppia (18 punti e 14 rimbalzi).
Una partita che gli uomini guidati da Coach Sacco hanno approcciato molto bene,  tenendo testa agli avversari e chiudendo il primo periodo di gioco (22-10) con un buon vantaggio e rimanendo avanti anche alla sirena del riposo lungo (35-34) nonostante i tanti errori al tiro. Tenere testa a una formazione come Milano, con le rotazioni ridotte, comporta un importante dispendio di energie che, con il passare dei minuti sono inevitabilmente diminuite, consentendo agli avversari di passare in vantaggio. I pontini non si sono arresi e hanno continuato a lottare (54-60 al 33′) ma l’Urania è riuscita a gestire, e incrementare, il proprio vantaggio fino al successo finale (69-80).

Il prossimo appuntamento è per sabato 30 dicembre 2023 alle ore 20:30 sul campo della capolista Trapani Shark, dove i nerazzurri disputeranno la diciassettesima giornata del Campionato, nonché l’ultima del 2023.

1° QUARTO

22-10

2° QUARTO

35-34

3° QUARTO

48-57

FINE PARTITA

69-80

ARBITRI – Ursi Stefano di Livorno, Puccini Paolo di Genova, Giunta Antonio di Ragusa

favicon

Benacquista Assicurazioni Latina Basket:  Amo 3, Zangheri 6, Parrillo n.e., Mladenov 9, Cicchetti 5, Mayfield 11, Viglianisi 8, Spadon n.e., Moretti 18, Alipiev 9, 

Coach Sacco. Vice Cavazzana. Assistente Tricarico.

Tiri da 2 41% (15/19), tiri da 3 42% (8/19), tiri liberi 64% (7/11)

logo urania milano basket

Wegreenti Urania Milano:  Potts 15, Piunti 13, Amato 16, Lupusor, Montano 17, Landi 6, Bonacini, Beverly 2, Severini 11, Cavallero n.e..

Coach Villa. Vice Riva. Assistente Locati.

Tiri da 2 61% (17/28), tiri da 3 33% (13/39), tiri liberi 64% (7/11)

QUARTO

22-10

Data la presenza in panchina solo a onor di firma di Parrillo (problemi alla spalla), nel quintetto base di Latina esordisce il giovane Lorenzo Zangheri. Milano è subito precisa dalla lunga distanza, ma i nerazzurri rispondono bene dal pitturato con Moretti e Alipiev (6-6 al 2′). Ancora Moretti, servito bene dai compagni e al 4′ il punteggio è di nuovo in parità (8-8). La gara è vivace, Latina è concentrata, difende con attenzione e dopo un paio di conclusioni sfortunate, trova anche la tripla del sorpasso per mano di Alipiev (11-8 al 5′). Al 6′ Zangheri prima i suoi primi punti in nerazzurro con la tripla che vale il 14-8. Milano risponde dall’area, Viglianisi è chirurgico dalla lunetta, la squadra è coesa e tiene testa agli avversari, nonostante alcuni errori al tiro (18-10 con 2:10″ da giocare). Time-out Milano. Si torna in campo, i padroni di casa conquistano la doppia cifra di vantaggio (20-10) coach Sacco ruota i suoi uomini, anche Cicchetti si iscrive a referto per il 22-10 con cui va in archivio il primo periodo.

QUARTO

35-34

E’ Milano la prima ad andare a segno a inizio secondo quarto, ma Latina è pronta a replicare con il solito Moretti, su assist di Cicchetti (24-12). Latina commette 3 falli di squadra, gli ospiti riducono le distanze (24-18 al 12′). Ruotano gli uomini sulla panchina della Benacquista che, al 14′ esaurisce il bonus e che continua a sbagliare troppi canestri facili (26-21). Mladenov su assist di Cicchetti e Cicchetti con una bella schiacciata scuotono il team nerazzurro (30-21 al 16′). Time-out Milano. Al rientro sul parquet l’Urania punisce la difesa dei pontini con due triple consecutive  (30-26). Sul fronte opposto Mayfield firma il canestro del 32-26 subendo anche fallo, ma prima del viaggio in lunetta, c’è il time-out chiesto da Coach Sacco. Si torna sul rettangolo di gioco, Mayfield concretizza anche il libero (33-27 al 17′) ed è ancora DeMario a centrare la retina per il 35-27 della Benacquista. Qualche ingenuità dei padroni di casa, permette alla Wegreenit di recuperare punti e portarsi a un possesso pesante di distanza (35-32 con 58″ sul cronometro). Time-out Latina. Il gioco riprende, l’Urania è più attenta e reattiva. Si va al riposo lungo sul 35-34.

QUARTO

48-57

Al rientro dagli spogliatoi trascorrono circa due minuti prima che le formazioni mettano a segno un canestro per parte e il punteggio raggiunga la parità (37-37 al 22′). La gara è meno brillante, rispetto al primo quarto e le squadre commettono più errori. con 5:11″ sul cronometro il punteggio è ancora fermo sul 37 pari. La partita è in equilibrio, al 26′ c’è la nuova parità a 42, ma il gioco non è fluido. Latina perde palloni preziosi, ne approfitta Milano per rimettere la testa avanti (42-44 al 27′). Time-out per la panchina di casa. Si torna sul rettangolo di gioco con Milano che mette a segno 5 punti consecutivi, risponde Mladenov con la tripla del 45-49 al 28′. L’Urania continua a far male dai 6.75, la Benacquista risponde con la stessa moneta con Amo (48-52 al 29′). Scorre il cronometro, la Wegreenit concretizza due liberi, i padroni di casa non trovano la via del canestro e a fil di sirena l’Urania realizza anche la tripla che fissa il punteggio sul 48-57.

FINE PARTITA

69-80

In avvio di quarta frazione, Alipiev smuove il punteggio dei suoi (50-57 al 31′) imitato da Mladenov, la cui tripla vale il -5 nerazzurro (52-57). Milano persevera nella sua specialità, in particolare con Potts, e si porta sul 52-60. La Benacquista lotta sotto le plance con grande grinta (54-60 a  7:21″ dalla fine). Il match è diventato molto fisico, Milano esaurisce il bonus e con 6:08″ da giocare Cicchetti concretizza i due liberi del 55-62, ma il solito Potts ristabilisce il +9 (55-64 a 5:36″). Time-out Coach Villa. Si torna in campo, Latina prova a resistere, ma deve richiamare anzitempo in panchina Mladenov rimasto a terra dopo un contatto di gioco e le rotazioni si riducono ulteriormente. I nerazzurri non riescono a trovare agilmente la via del canestro, a differenza degli avversari (64-77 al 38′). Viglianisi e compagni lottano ancora (69-78 a 49″ dalla sirena). Scorrono i secondi e anche i titoli di coda sul match che si conclude con il successo dell’Urania sul risultato di 69-80.

Logo_LNP_OWW-
Shop online a breve disponibile
T-shirt #iotifolatinabasket
Spilla in acrilico
DIMOSTRA IL TUO TALENTO